SOS CLELIA CANE SMARRITO A ROMA. Allertati gli “occhi” sulla città: Polizia Municipale, ATAC, AMA, ASL, volontari e cittadini alla ricerca della mascotte del rifugio Ponte Marconi appena adottata

Home/SOS CLELIA CANE SMARRITO A ROMA. Allertati gli “occhi” sulla città: Polizia Municipale, ATAC, AMA, ASL, volontari e cittadini alla ricerca della mascotte del rifugio Ponte Marconi appena adottata

 

ROMA, 4 settembre 2012 – A distanza di 15 giorni dalla scomparsa dal proprio appartamento di piazza Bologna del cane Clelia, mascotte di 12 anni del Rifugio Comunale Ponte Marconi ex Cinodromo adottata a giugno del 2012, non si fermano le ricerche su tutta la città.
I volontari dell’Associazione Volontari Canile di Porta Portese – che per 7 anni hanno accudito la cagnolina abbandonata in canile nel 2005 dopo che per 5 anni aveva vissuto con la propria famiglia – non si sono fermati un giorno e stanno tappezzando l’intera città di locandine raffiguranti la bella Clelia.
E’ stato realizzato anche un volantino in lingua romena, in modo da allertare anche le comunità nomadi presenti a Roma.
Tutti e diciannove i Gruppi della Polizia Municipale sono stati raggiunti da una lettera e dalla locandina con le foto di Clelia, sia in primo piano che a figura intera.
Grazie al servizio veterinario della ASL RMD, che sta dando la massima collaborazione ed ha subito passato le foto ed il chip di Clelia alla ditta privata che si occupa del rinvenimento delle salme sulle strade, è stato accertato che, fortunatamente, dal 20 agosto u.s. nessun cane morto somigliante a Clelia o riportante quel numero di chip è stato rinvenuto sulla pubblica via e questo incoraggia enormemente tutti i volontari che stanno facendo il tifo affinchè Clelia torni presto a casa.
AMA ha allertato tutti gli autisti dei propri mezzi ed i 60 gruppi territoriali presenti a Roma hanno ricevuto le locandine in modo che tutti abbiano ben impresso il musetto della cagnolina vagante.
Anche ATAC si è messa a disposizione e gli autisti dei mezzi possono vedere le fotografie di Clelia attaccate sulle bacheche nelle portinerie degli stabilimenti.
Il gruppo su Facebook (SOS CLELIA CANE SMARRITO A ROMA) continua a raccogliere tutte le segnalazioni, con mappe google di geo-localizzazione e foto dei posti nel quali sarebbe stata avvistata. E le condivisioni su Facebook dell’appello per il suo ritrovamento sono ormai migliaia.
La “zona calda” in questo momento è via Prati Fiscali, viale Jonio, viale Adriatico dove da domenica mattina (2 settembre 2012) sono già 4 i cittadini che segnalano un cane con le caratteristiche fisiche di Clelia aggirarsi sbandato. E, particolare importante, allo stato attuale all’Ufficio Ritrovamenti e Smarrimenti (URS) che AVCPP gestisce all’interno del canile comunale Muratella non risultano segnalazioni di cani smarriti aventi le caratteristiche di Clelia dal 20 agosto ad oggi in zona Montesacro-Bufalotta-via di Pietralata.
Dal 20 agosto u.s., decine di volontari si sono divisi in squadre e lavorano in parallelo, dividendosi scientificamente i segmenti della città. Continuano le battute di ricerca insieme ad Orazio, il suo compagno di box, cane derivato pointer buono tutto nero con il petto bianco, cui Clelia era molto legata.
Due volontari sono andati da un cartomante, lo stesso che aveva correttamente preannunciato il ritrovamento di un’altra cagnolina smarrita, due anni fa. E la lettura delle carte parla chiaro: “Clelia vi sarà riportata”.
Sono stati stampati migliaia di volantini a colori, con le foto dove Clelia è ritratta in primo piano ma anche a figura intera. Ed i volantini sono stati collocati in più postazioni in modo che chiunque possa ritirarli, nel modo più comodo possibile. Le istruzioni in real time via mail e via Facebook su come attaccare i volantini vengono seguite alla lettera: devono essere coperti completamente con il nastro adesivo o inseriti nelle bustine d’ercole per proteggerli da eventuali piogge e scoraggiare stupidi sabotaggi.
Clelia è microchippata e sterilizzata ma non indossa né collare né medaglietta. E’ molto buona ma chiaramente spaventata. Le caratteristiche principali sono il mantello marrone chiaro che sfuma verso il beige, una macchietta bianca sulla fronte, gli occhi con un taglio leggermente in giù, musetto di colore più scuro rispetto al corpo.
Chiediamo l’aiuto di tutti i cittadini. Clelia è una creatura speciale. Ha sofferto tanto e proprio ora che aveva ritrovato la sua felicità non si merita un tragico epilogo. Ora sta vagando senza meta, sotto la pioggia di fine estate, ma i volontari AVCPP sono certi che, con questa rete di solidarietà gettata sull’intera città, Clelia potrà ritrovare la strada di casa. Per non perderla mai più.
Se ci sono cittadini che vogliono aiutare nelle ricerche, l’indirizzo mail da contattare è info@iolibero.org
Per avvistamenti, il profilo Facebook SOS CLELIA CANE SMARRITO A ROMA ed i numeri di telefono 3405604837 / 3316005643 cui possono essere inviati anche MMS nel caso di avvistamenti.

2012-09-04T20:05:48+00:00 4 settembre 2012|0 Comments

Leave A Comment