Solidarietà ai lavoratori dei canili comunali di Roma

Home/Solidarietà ai lavoratori dei canili comunali di Roma

SOLIDARIETA’ AI LAVORATORI DEI CANILI COMUNALI DI ROMA
I VOLONTARI AVCPP CHIEDONO AL COMUNE DI ROMA
IL PAGAMENTO DI 3 MESI DI PRESTAZIONI EFFETTUATE E NON PAGATE
 
Da oggi, mercoledì 29 settembre 2010, i lavoratori dei canili comunali hanno occupato Muratella per protestare contro le incertezze legate al futuro bando di gara per la gestione dei canili comunali promesso da due anni dal Comune di Roma e per il mancato pagamento dello stipendio di agosto che doveva essere erogato il 20 settembre u.s. ed il pagamento del solo acconto di 500 euro dello stipendio del mese di luglio. Come forma estrema di protesta, hanno deciso di salire sui tetti della struttura.
 
Il mancato pagamento degli stipendi deriva dal fatto che il Comune di Roma non ha onorato dal mese di maggio 2010 il pagamento delle prestazioni effettuate dall’Associazione Volontari Canile di Porta Portese, l’associazione che gestisce i canili comunali dal 1997. Al 29 settembre 2010, AVCPP è ancora in attesa del pagamento delle fatture di giugno, luglio e agosto 2010.
 
Fatture, peraltro, che sono decurtate nell’importo del 20%, come il Comune di Roma ha deciso di fare per ben 8 mesi, da gennaio ad agosto 2010, a causa della mancata approvazione del Bilancio del Comune di Roma. Un taglio della Convenzione che ha addirittura costretto l’Associazione nei mesi scorsi ad aprire uno stato di crisi fortunatamente scongiurato ad agosto grazie alla notizia del potenziamento del budget dell’Ufficio Tutela e Benessere degli Animali a conclusione della discussione sul Bilancio 2010 del Comune di Roma.
 
Nonostante il mancato pagamento da parte del Comune di Roma di ben 3 mensilità, AVCPP è riuscita, con grandi sacrifici, a garantire fino ad ora il puntuale pagamento di tutti gli oneri contributivi, condizione imprescindibile per ottenere il DURC (Documento Unico di Regolarità Contributiva che attesta la regolarità di un datore di lavoro per quanto concerne gli adempimenti INPS e INAIL), documento che permette di vedere liquidata ogni singola fattura.
 
Allo stato attuale, l’Associazione, una onlus no profit gestita da volontari, è concentrata nel reperimento dei fondi necessari al pagamento dell’alimentazione di 1300 animali attualmente ospitati nei 4 canili comunali ed al prossimo pagamento degli oneri contributivi e previdenziali dei dipendenti, senza il quale pagamento potrebbero non essere liquidate le spettanze inevase.
 
Da settimane AVCPP ha ufficialmente chiesto sia al Gabinetto del Sindaco che all’Assessorato all’Ambiente, sia direttamente che indirettamente, di voler risolvere i disagi di 113 lavoratori nel più breve tempo possibile, di onorare il pagamento delle fatture con puntualità e di voler considerare il comparto della cura degli animali un “di cui” del più vasto e allo stesso modo delicato comparto sociale.
 
Totale solidarietà ai lavoratori dei canili comunali di Roma che continuano a garantire il benessere degli animali nonostante così gravi disagi personali ed un invito forte a praticare forme di protesta che non mettano a rischio l’incolumità personale.

Leggi cosa il Corriere della Sera ha scritto:

articolo_corriere_30_09_10

 

2010-10-17T18:30:39+00:00 29 settembre 2010|0 Comments

Leave A Comment