ADOTTATO. Pirata, un nome un programma …

Home/ADOTTATO. Pirata, un nome un programma …

AGGIORNAMENTO al 28 settembre 2012 – Pirata è stato adottato. Visto il suo modo di essere, incrociamo le dita che tutto vada per il meglio. Speriamo di avere buone notizie nei controlli post-affido che faremo!

ECCO LA STORIA DI PIRATA – Pirata è uno di quei cani che non passa inosservato. Minuscolo, pelo raso biondo, allegro e vivace, senza un occhietto -da cui il nome – e.. con un bel caratterino, proprio come i corsari! E purtroppo è proprio per colpa del suo carattere che se ne sta ancora in canile, nonostante sia un cane di piccola taglia, tipologia di cani che in genere vanno via subito.

Sequestrato per maltrattamenti nel gennaio del 2002, insieme agli altri 1.030 cani del famoso sequestro del canile privato convenzionato romano, Pirata ha “battezzato” quasi tutti i volontari con uno dei suoi famosi morsetti. I volontari ancora si mostrano l’uno con l’altro i segni dei dentini di Piratino… Venne anche adottato da un infermiere, una persona esperta che viveva con altri animali e che volle “provarci”. Purtroppo, molto a malincore, nel giro di una settimana fu costretto a riportarlo in canile… Piratino, il più piccolo della compagnia, non solo – dopo i primi giorni apparentemente tranquilli – era stato capace, lui così piccolo, di mettersi contro tutta la banda di cani di famiglia ma addirittura non disdegno’ una assaggiatina anche del nuovo padrone…. Per il signore, nessun problema, ma la presenza di bambini in casa consigliò il ritorno di Pirata in canile.

Insomma, Pirata puo’ essere un bravo compagno di vita ma solo per persone molto esperte (mai toccare i suoi oggetti, ad esempio), in assenza di bambini e in un contesto da “figlio unico” perchè è un po’ geloso. L’ideale sarebbe un bel giardino… Ci sarà mai una persona così al mondo? Noi ci speriamo e ci proviamo…

Pirata entro’ nel canile sequestrato il 12 luglio del 2000 e, secondo i veterinari, aveva già circa due anni: era arrivato, già grandino, all’interno di un quartiere popolare dove per un periodo venne alimentato e seguito dai cittadini fino a quando pero’, cominciò a correre dietro alle biciclette e a mordicchiare qualche bambino. A quel punto, i cittadini chiesero l’intervento degli accalappiacani e il cagnolino venne portato nel canile privato. Inizialmente viveva in gabbia con due cagnoline nere, due sorelline che si chiamavano Tale e Quale e che, quando arrivarono nella struttura i volontari, vennero fatte adottare. Prima del sequestro, un giorno, forse a causa della fatiscenza della struttura, il vecchio gestore trovo’ il cagnolino senza un occhio e lo fece operare. Da lì, il suo nome. Pirata oggi ha 12 anni, dieci tutti di canile… Le prime tre foto sono Pirata oggi. L’ultima è Pirata nel 2004, chiuso nella vecchia struttura sequestrata.

Associazione Volontari Canile di Porta Portese

https://www.iolibero.org/

CANILE COMUNALE VITINIA EX POVERELLO
via del Mare km 13.800, Roma
Dal lun al sab dalle h. 10 alle h. 14
Telefoni: canile 0667109550 – cell. Adozioni 3493686973

adozioni@iolibero.org

cinziacarello@yahoo.it

Le informazioni su indole e comportamento dei cani e gatti  presenti nelle schede e/o nei commenti dell’appello sono soltanto indicative ed hanno il solo scopo di corredare la storia e le fotografie con dettagli aggiuntivi. Le informazioni dettagliate su indole, comportamento e salute degli animali nonchè la necessaria consulenza per un corretto inserimento dell’animale prescelto nel nuovo contesto verranno fornite dal personale AVCPP competente al momento della adozione.

 

2012-10-01T00:17:05+00:00 28 settembre 2012|0 Comments

Leave A Comment