Meticcio tricolore femmina paralizzata, trovata in via Arena (Trigoria): rimane a Matelica. Salta l’adozione a Roma

Home/Meticcio tricolore femmina paralizzata, trovata in via Arena (Trigoria): rimane a Matelica. Salta l’adozione a Roma

AGGIORNAMENTO al 31 maggio 2011 – Una signora romana, attraverso Mara, una volontaria che ringraziamo, si è fatta avanti per adottare questa cagnolina. La cagnolina avrebbe vissuto con sè, in casa sua, da “figlia unica”, non avendo al momento la signora altri animali.

L’Ufficio Adozioni AVCPP ha contattato la signora di Pesaro che ha in affido temporaneo la cagnolina e che la sta tenendo all’interno di una gabbia degenza nell’ospedale veterinario universitario di Matelica attivando intanto, attraverso una post pay  intestata ad una associazione, una raccolta di donazioni economiche. La signora di Pesaro, che ha altri 45 animali di cui si occupa all’interno di un rifugio, si è opposta e non ha voluto che le persone AVCPP si recassero a Matelica per prendere la cagnolina e portarla a Roma, dove  la piccola avrebbe vissuto all’interno di una casa.

La signora intende continuare a tenerla a Matelica chiedendo di trasformare l’affido temporaneo in adozione.

AGGIORNAMENTO al 25 maggio 2011  – Oggi Irene e Valentina dell’Ufficio Adozioni AVCPP – che ringraziamo di cuore –  sono andate presso la clinica veterinaria privata romana dove la cagnolina è stato stabulata in questi giorni ed hanno affrontato il viaggio fino a Matelica, alla clinica veterinaria universitaria dove avevano appuntamento con la futura adottante. Purtroppo la signora non era presente e per la cagnolina Irene e Valentina hanno quindi potuto  fare la sola pratica di affido temporaneo, rimanendo il cagnolino di proprietà del Comune di Roma. Irene e Valentina hanno riferito al medico curante tutte le informazioni sanitarie in loro possesso, tutti gli accertamenti fatti sia presso il canile a cura della ASL RMD che da AVCPP attraverso la visita specialistica esterna effettuata. L’Ufficio Adozioni rimarrà in stretto contatto con il medico e con il personale della clinica per conoscere tutti i progressi delle cure che verranno effettuate.

AGGIORNAMENTO a venerdì 20 maggio 2011 – La cagnolina, purtroppo paralizzata sul treno posteriore,  è stata sottoposta a visita da 2 medici veterinari della ASL RMD che ne hanno constatata l’assenza del dolore profondo e purtroppo ne hanno accertato l’inoperabilità. Per ulteriore sicurezza, è stata condotta da AVCPP a sue spese a visita specialistica esterna da un noto ortopedico romano che, analogamente ai suoi colleghi, ha accertato che la cagnolina, che non controlla i bisogni fisiologici, non ha alcuna possibilità di riprendere l’uso delle zampe posteriori. Una volontaria di Pesaro ha deciso di adottarla e di tenerla in stallo. AVCPP, su indicazione di questa persona di Pesaro, ha condotto la cagnolina presso una clinica veterinaria privata romana dalla quale clinica verrà nei prossimi giorni dimessa e condotta a Pesaro. Sarà sempre AVCPP, grazie alla disponibilità delle persone del Gruppo Adozioni, a portare il prossimo mercoledì con il proprio furgone la cagnolina direttamente a Pesaro a casa della signora che ha espresso la volontà di adottarla.

ECCO LA STORIA – Entrata il 9 maggio 2011 meticcio femmina tricolore ferita trovata in via Arena (Trigoria).

Matricola 653/11

per info: Ufficio Adozioni 349 3686973

 06/67109550

adozioni@iolibero.org

2011-06-13T13:11:50+00:00 13 giugno 2011|19 Comments

19 Comments

  1. Alberto 13 maggio 2011 at 12:53 pm - Reply

    Una povera cagnolina investita e abbabdonata sul ciglio della strada! Salviamola!

  2. Alberto 13 maggio 2011 at 12:55 pm - Reply

    E’ dolcissima, affettuosissima e bisognosa di tanto affetto!!

  3. Alberto 17 maggio 2011 at 4:55 pm - Reply

    Ho saput oche oggi pomeriggio dovrebbero sottoporla a visita oropedica! In bocca al lupo Piskelletta!!!

  4. admin 17 maggio 2011 at 5:45 pm - Reply

    E’ troppo carina! speriamo bene davvero!

  5. Alberto 23 maggio 2011 at 12:02 pm - Reply

    Grazie mille alla signora che la ha adottata!!! FANTASTICO, UN ANGELO!!!

  6. Alberto 23 maggio 2011 at 12:10 pm - Reply

    Chiamatela Piskelletta!!!

  7. Francesca 6 giugno 2011 at 11:50 pm - Reply

    Evidentemente il NOSTRO volontariato e’ diverso dal LORO… preferiscono tenere questa creatura in quella gabbia e non lasciarla all amore e al caldo di una casa.. Ci sarebbe molto da dire.. Meglio dire solo CHE AMAREZZA

  8. pamela 7 giugno 2011 at 12:02 am - Reply

    A FRANCE’ MA STATTE ZITTA CHE MURATELLA LI VOLEVA SOPPRIME 😉 MEJO CHE VE STATE ZITTI !!!!

  9. Francesca 7 giugno 2011 at 12:09 am - Reply

    Mi auguro che nessuno di loro intervenga.. c’e’ po da dire i fatti parlano…

  10. laura 7 giugno 2011 at 8:00 am - Reply

    ma forse non avete capito che queste care “volontarie” della Muratella NON vogliono dirci chi e’la possibile adottante….per privacy dicono…ok date alla possibile adottante il nostro numero di telefono e che ci contatti direttamente a noi,non al canile di cui NON ci fidiamo per niente! Probabile adottante…chiamaci te al 328-4024686 che a noi della privacy non ce ne frega un cazz! p.s.la “gabbia” e’di una clinica rinomata di Matelica dove la canetta sta’facendo riabilitazione,France’di nuovo a rompere stai? ma mo’ti denunciamo x diffamazione,vuoi vedere? Vuoi fa’una cosa buona? all’adottante dalle il nostro numero di telefono,noi non vi consegneremo MAI Tonia visto che quelli della Muratella volevano SOPPRIMERLA xche’e’paralizzata!

  11. laura 7 giugno 2011 at 8:05 am - Reply

    Ci dovete dire il nome e cognome dell’adottanteeeeee! in modo che noi potremo seguire la prassi con il controllo pre-affido e i controlli post affidooo,non diamo cani a gente che nemmeno sappiamo chi sia!scusate ma voi alla fine siete le stesse persone che avrebbero permesso l’eutanasia di Tonia,che fiducia in voi potremmo mai avere? dai su’,metteteci in contatto con la possibile adottante!

  12. admin 7 giugno 2011 at 1:31 pm - Reply

    L’educazione e la conoscenza delle leggi della signora Pamela e della signora Laura si commentano da sole.

    Muratella voleva sopprimere 2 cani? Ma chi scrive e sbraita lo sa che esiste una commissione etica? Lo sa che all’interno della commissione etica ci sono rappresentanti di TUTTI i settori di attività e di lavoro del canile, compresi i volontari? Lo sa che quando arriva una richiesta di soppressione da parte dei veterinari della ASL RMD – che non sono facili a farla e che, anche loro, ci pensano mille volte prima di avanzarla – la commissione etica chiede sempre, sempre, un secondo e addirittura un terzo parere a specialisti esterni? Lo sa che a Muratella entrano ogni anno 2000 animali – cani e gatti – e di questi sono molti, moltissimi, i paralizzati che operiamo – anche a nostre spese – e che rimettiamo in piedi per poi farli adottare? Lo sa che ogni animale che arriva a Muratella è come se fosse il primo? Lo sa che per questi cagnolini una lavoratrice si era fatta avanti per proporsi per un affido temporaneo? Lo sa che sono stati giorni difficili, pieni di telefonate, di controlli, di pensamenti e di ripensamenti? Lo sa che contemporaneamente a loro due ce ne erano altri due a Muratella, arrivati esattamente negli stessi giorni, che AVCPP è riuscita a mettere felicemente in piedi?

    Facile criticare chi si interroga, chi si confronta, chi chiede pareri, chi pensa e ripensa, chi valuta tutti gli aspetti. Chi litiga. Chi analizza e raccoglie input diversi. Chi decide democraticamente facendo parlare tutte le voci. Chi sta male davanti alle situazioni più difficili. Chi ha la responsabilità e gestisce 2000 ingressi di animali l’anno. Dal 1997.

    2000 ingressi che non si possono “scegliere”. 2000 animali rispetto ai quali non si puo’ dire: “a te ti aiuto, a te no”, “per te apro una postepay e per te no”, “a te ti prendo in adozione e ti porto via chiedendo donazioni su Internet e a te ti lascio in canile”… 2000 animali che entrano in canile ogni anno per le cui cure sanitarie NESSUNO PAGA. Solo la ASL RMD per la parte che puo’ affrontare a Muratella. E nessun altro, nè Roma Capitale nè la ASL RMC nè nessun’altra ASL romana.

    Solo AVCPP. Con soldi propri, donazioni, banchetti fatti in giro per strada, collette tra volontari e lavoratori…

    Stiamo parlando di decine di migliaia di animali che entrano a Muratella maltrattati, abusati, abbandonati, malati, feriti, maltrattati. Stiamo parlando di decine di migliaia di animali che vengono assistiti come se ognuno di loro fosse il primo. Stiamo parlando di 19.000 adozioni effettuate dal 1994, da quando AVCPP ha iniziato come semplice associazione di volontariato.

    Facile calunniare quando si pensa di non dover rendere conto a nessuno. Ma non è vero che non c’è nessuno a cui rendere conto. Nella ipotesi piu’ favorevole per questi campioni della maldicenza – quella in cui il potere lo desiderebbero assoluto – c’è sempre la propria coscienza. Che prima o poi chiede il conto. E c’è sempre il passato. Che prima o poi ritorna.

    Chissà se qualcuno sa o ricorda di quando una delle persone che stanno tirando la volata contro AVCPP – persona che frequenta Muratella – chiedeva la soppressione dei cagnolini Artù e Misia, cagnolini con carrellino a Muratella.

    La stessa persona che oggi fa la paladina degli animali contro una associazione che lei dipinge “dalla soppressione facile…”…
    Quando le fa comodo…
    Perchè in altri casi, invece, noi siamo quelli che non sopprimono gli animali e li teniamo in vita tra atroci sofferenze e senza dignità…

    E noi siamo quella associazione che lei nomina solo quando trova il modo per infamarla.

    E che lei non nomina mai quando fotografa cani e gatti rimessi in piedi grazie agli sforzi e ai soldi di AVCPP.

    Quell’associazione che andrebbe ringraziata ogni secondo di ogni minuto di ogni ora di ogni giorno di ogni settimana di ogni mese di ogni anno….

    Ma a noi non importa perchè ci sono le decine di migliaia di animali a testimoniarlo. Adottati e in salute.
    Grazie ai lavoratori AVCPP che si impegnano ogni giorno per questo. Grazie ai volontari AVCPP che si impegnano ogni giorno per questo.

    Simona Novi

  13. Laura 7 giugno 2011 at 10:24 pm - Reply

    Una mia omonima mi ha preceduta ma io sono un’altra persona. Sono incredula di fronte a tanta rabbia e livore verso i canili comunali e non capisco ancora dove si voglia arrivare (anche se lo posso immaginare…ma spero proprio di no per il bene degli animali). Chi urla tanto ha visto quante sono le emergenze nel nostro paese? Qualcuno afferma addirittura che nei canili comunali si classificano i cani in serie A e B.Proprio grazie a queste persone (che si definiscono animaliste) ci sono cani di serie Z perchè se stanno fuori da Muratella o Poverello possono crepare nel peggiore dei modi e nessuno strilla o inveisce.

  14. Francesca 8 giugno 2011 at 11:02 am - Reply

    La sigra Pamelae la sig.ra Laura sono conosciuta per la loro EDUCAZIONE E STILE c’e’ poco da commentare mie cari.. basta leggere i loro siti … prima di scrivere qui da noi dovrebbero lavarsi la bocca… Ma noi ANDIAMO AVANTI.. Questa gente vive solo di diffamazioni e denunce parolacce… NOI DI FATTI.. Grazie Simona Grazie Avcpp

  15. Francesca 8 giugno 2011 at 11:49 am - Reply

    Per Laura.. Mi denunciate per quale diffamazione? Che secondo me quella gabbia e’ piccola?? Eh be si. in effetti e’ una buona ragione.. Allora forse io vi dovrei denunciare perche’ dite che a muratella ammazziamo i cani e che io sono un ASSASSINA… Non mi fate paura…

  16. Alberto 10 giugno 2011 at 5:30 pm - Reply

    CALMA, PER FAVORE! Care signore ,sono Alberto, colui che ha trovato il cane paralizzato per strada e che lo ha portato al canile Muratella dopo aver girato tre veterinari. Abbiate pazienza tutte. Evidentemente ci sono stati episodi che vi stanno condizionando nel prendere la decisione giusta per la cagnolina. Alla Muratella ho trovato persone incredibili con le lacrime agli occhi per questo animale. E’ vero che stava per essere soppresso ma solo dopo molte visite e consultazioni specialistiche (compresa quella della Commissione Etica). Io vorrei anche ringraziare la Signora di Matelica che ha permesso un Grande Miracolo!! Se il cane è ancora in vita è merito suo! Ma ora, PER FAVORE, deponete le armi e cercate di trovare la soluzione migliore per la piccola, Immaginate quante sofferenze ha e sta passando. Non posso dimenticare i suoi occhi e il suo pianto. PER FAVORE, PARLATEVI CON CALMA E FATE LA COSA GIUSTA!! Grazie mille e teneteci informati. Alberto L. (Roma)

  17. admin 10 giugno 2011 at 6:08 pm - Reply

    Buonasera signor Alberto, grazie per aver scritto la sua testimonianza. La cagnolina a quest’ora sarebbe stata a casa di una lavoratrice AVCPP che aveva deciso di prenderla in stallo e dal 31 maggio 2011 a casa di una adottante romana. Una signora di Pesaro l’ha invece chiesta in adozione ed AVCPP si è organizzata per portarla dove la signora ha chiesto fosse condotta “per effettuare dei controlli”. Purtroppo, la signora non l’ha adottata e la tiene in stallo a Matelica, all’interno della clinica veterinaria universitaria. Nel frattempo, AVCPP ha trovato per la piccola una reale adozione, a casa di una signora di Roma. E quella che noi pensavamo essere una bella notizia, si è rivelata invece un problema. E la cagnolina continua a stare in degenza all’interno di una clinica. Le notizie sono quelle che stai leggendo sul sito. Ogni sviluppo verrà da noi inserito sul sito. Ciao Alberto e speriamo bene. Simona

  18. Alberto 13 giugno 2011 at 3:09 pm - Reply

    Credo che sarebbe il caso che la Sig.ra di Roma provi a chiamare la Sig.ra di MAtelica per conoscersi e gestire questo passaggio nel migliore dei modi. Mi sembra di capire che questa signora abbia paura che il cane finisca in cattive mani. Almeno dovrebbero conoscersi. AL Sig.ra Laura ha lasciato il cellulare: perchè non la fate chiamare dalla Sig.ra Romana? Proviamo, no? Grazie. Alberto

  19. admin 13 giugno 2011 at 3:13 pm - Reply

    Abbiamo già detto alla signora di Pesaro che la signora di Roma sarebbe stata disponibile ad andare anche fisicamente lei a Matelica per farsi conoscere e prendere la cagnolina. La risposta, purtroppo, è stata negativa.

Leave A Comment