ADOTTATO! Tutti i video di Lazzaro, la rinascita di un cane. E pensare che c’è chi lo voleva sopprimere…

Home/ADOTTATO! Tutti i video di Lazzaro, la rinascita di un cane. E pensare che c’è chi lo voleva sopprimere…

AGGIORNAMENTO al 16 febbraio 2012 ore 20.00  – Ecco le foto di Lazzaro in treno, scattate da Arianna e Giulia che lo hanno portato fino a Bologna. E’ stato un angelo, veramente un angelo, più bravo di tanti nostri cani da sempre in famiglia! Buona vita Lazzaro! Grazie Alice!

AGGIORNAMENTO al 16 febbraio 2012- Ed è arrivato il momento di Lazzaro. Oggi, la signora Alice, la cittadina che si era offerta di adottarlo circa un mese fa, quando le sue condizioni ancora non permettevano viaggi e spostamenti, lo ha potuto abbracciare e portare con sè fino a Venezia. Senza violare la sua privacy, dal momento che ha comunicato lei stessa l’informazione in un gruppo facebook, le persone dell’Ufficio Adozioni AVCPP hanno fatto un paio di settimane fa un controllo pre-affido da lei, vista la presenza di gatti e di un altro cane (Eolo, che sta veramente benissimo!) ed hanno verificato la possibilità di tenere Lazzaro in casa, al caldo e tranquillo, anche separato sia dai gatti della famiglia che da Eolo stesso.

Lazzaro, infatti, è tornato ad essere il pitbull che, quando è arrivato nel rifugio Vitinia ex Poverello, non era più da tempo ed ora che sta molto meglio, purtroppo, attacca i gatti ed è anche particolarmente vigile ed ostile nei confronti degli altri cani (e a Muratella ne ha dato ampia prova…).

Lazzaro, per il quale “alcuni” hanno invocato a gran voce la soppressione immediata, ne ha fatta di strada e sta molto bene ed è in piena forma, come questi 4 video e tutte le foto  egregiamente dimostrano.

La ricca cartella sanitaria di Lazzaro  evidenzia come AVCPP, a sue spese, abbia compiuto per questo cane – giunto in condizioni assai compromesse al rifugio – un vero e proprio miracolo. Questo il motivo della nostra grandissima attenzione e scrupolo, una attenzione che ci ha convinti a fargli affrontare il viaggio solo ora che le temperature sono tornate su valori normali. E  solo dopo averlo stabilizzato dalla leishmania ed operato dall’angioma che, dall’esame istopatologico pagato da AVCPP, abbiamo scoperto essere un emangiosarcoma che fortunatamente abbiamo deciso di asportare. E’ sempre utile infatti ricordare che Lazzaro, nel rifugio, viveva in una vera casa, con tanto di riscaldamento. E tutte le attenzioni di una famiglia.

Siamo ben felici di lasciarlo ora in buone mani. Ma il passaggio di testimone andava effettuato nel momento giusto. Grazie quindi ad Alice, che dopo Eolo ha voluto adottare anche Lazzaro. Grazie a tutte le persone AVCPP del rifugio Vitinia ex Poverello, per aver compiuto l’ennesimo miracolo. Grazie alle persone dell’Ufficio Adozioni per l’attenzione e la professionalità che mettono nel loro lavoro. E grazie a Giulia ed Arianna per aver portato oggi Lazzaro fino a Bologna!

Ciao Lazzaro, stai bene e fai il bravo. Ecco la tua foto mentre stai per lasciare Muratella e stai per affrontare il  tuo viaggio di oggi…

AGGIORNAMENTO al 15 febbraio 2012 – Guardate come è bello Lazzaro con il suo bel cappottino! Il freddo di questi giorni non ha minimamente scalfito il suo temperamento, grazie anche a tutte le costanti e preziose attenzioni che gli garantiscono ogni giorno gli operatori Avcpp!

AGGIORNAMENTO al 4 febbraio 2012 – Lazzaro è talmente un guerriero che pur di uscire a sgranchirsi le zampe non lo ferma nemmeno la neve! Eccolo  in questo video mentre fa la sua consueta passeggiatina e tutti i suoi bisognini sulla neve caduta sul Poverello!

AGGIORNAMENTO al 28 gennaio 2012 – Ecco un altro video di Lazzaro girato a due settimane dall’intervento per l’asportazione dell’angioma addominale. La cicatrice si è perfettamente chiusa tanto che finalmente Lazzaro non dovrà portare più il collare elisabettiano. Lazzaro ha superato molto bene l’intervento – da bravo guerriero qual è – e continua a godersi le sue passeggiate quotidiane e le attenzioni di tutti gli operatori e i volontari… quasi come una vera star del cinema!

AGGIORNAMENTO al 13 gennaio 2012 – Mentre Lazzaro continua la sua convalescenza, al caldo e in totale relax, siamo riusciti a montare un secondo video, girato qualche giorno prima del suo intervento chirurgico, nel quale si mostra bene come la battaglia di Lazzaro contro la leishmania prosegue alla grande. Abbiamo un solo problema (oltre alla non compatibilità con gli altri cani…): i gatti! da bravo pitbull, i gatti proprio non gli stanno simpatici!

 

AGGIORNAMENTO al 12 gennaio 2012 – Oggi abbiamo preso il coraggio a due mani e, di concerto con la nostra veterinaria Valeria e a spese AVCPP, abbiamo operato Lazzaro all’angioma addominale che ogni tanto, aprendosi, gli crea delle perdite ematiche. L’intervento è andato bene. Lazzaro si è risvegliato dall’anestesia senza problemi. Ora deve solo stare al caldo, senza stress, riposato e molto molto tranquillo. Forza Lazzaro!

Ed ora ecco il tuo primo video, girato il 29 ed il 30 dicembre 2011, affinchè tutti sappiano quanto stai lottando, insieme a noi, per ritrovare la tua forza!

 

AGGIORNAMENTO al 4 gennaio 2012 – Ecco Lazzaro nella sua quotidiana passeggiata lungo il fiume. Oggi lo vedete con una fasciatura sempre per proteggere da eventuali sfregamenti l’angioma che ha sull’addome. Buona passeggiata, Lazzaro.

AGGIORNAMENTO al 2 gennaio 2012 – Come tutti i romani possono testimoniare, il 2 gennaio 2012 non è stata una giornata di grande sole a Roma ma Lazzaro, come tutti i giorni, ha goduto comunque della sua passeggiata lungo il fiume. Forza piccolo che ce la fai!

AGGIORNAMENTO al 1 gennaio 2012 – Lazzaro continua ad augurarvi un Buon 2012 e pensa bene di festeggiarlo simbolicamente giocando con un quotidiano proprio del 31 dicembre, a significare che anche lui, come noi, vuole buttarsi alle spalle un anno di fandonie  inventate contro il lavoro di Avcpp. Lui continua a godersi le sue passeggiate al sole, l’erbetta da annusare, continua a dimostrare totale riconoscenza a chi si prende quotidianamente cura di lui, continua a godersi il riposo nella sua camera scaldata e ombreggiata che qualcuno vorrebbe far passare come luogo di tortura! Ma, soprattutto, Lazzaro è pieno di voglia di vivere che dà a lui e a noi l’energia per sopportare i peggiori insulti pur di difendere il diritto suo – e di tutti i suoi compagni – ad essere curati, stabilizzati e proposti onestamente in adozione!

AGGIORNAMENTO al 31 dicembre 2011 – Ecco il nostro Lazzaro mentre si gode una bella giornata di sole per concludere felicemente il 2011, protetto, curato e coccolato come ogni giorno.

Lazzaro augura a tutti una buone fine e soprattutto un buon inizio del nuovo anno!

  

 

 

 

AGGIORNAMENTI al 24 dicembre 2011 – Oggi sono arrivati i risultati delle nuove analisi fatte da Lazzaro – a spese AVCPP – presso la clinica Gregorio VII di Roma. Nonostante la leishmania acclarata e sotto cura dal suo arrivo presso il rifugio Vitinia ex Poverello, i valori renali e del fegato non sono troppo compromessi. I medici della clinica confermano la presenza di un grande margine di cura e stabilizzazione e ci hanno invitati a non demordere nelle cure. Per quanto riguarda l’angioma che, talvolta leccandolo Lazzaro fa infiammare e sanguinare, la terapia è piuttosto semplice e molto simile a quella che già stavamo praticando all’interno del rifugio sotto la guida dei nostri veterinari volontari: lavaggi con clorexiderm e una compressa di ronaxan al giorno. Buon Natale Lazzaro! Buon Natale di tutto cuore da parte di tutti i volontari e gli operatori AVCPP del rifugio!

AGGIORNAMENTO al 23 dicembre 2011 – Oggi, a spese AVCPP, Lazzaro è stato portato da una volontaria AVCPP alla clinica Gregorio VII per raccogliere un secondo parere sull’eventuale intervento chirurgico da praticargli all’angioma che ha sul petto e che talvolta perde sangue. Anche secondo i veterinari della clinica – così come la prima veterinaria che abbiamo consultato, la dott.ssa Capparucci – è preferibile non operare Lazzaro viste le sue condizioni complessive non ottimali. Abbiamo, a spese AVCPP, effettuate nuove analisi del sangue, i cui risultati avremo nei prossimi giorni, ed abbiamo riportato Lazzaro nel suo rifugio, Vitinia ex Poverello. Si era così depresso, nel suo breve soggiorno a Muratella! Appena tornato nel rifugio Vitinia, Lazzaro ha ricominciato a scondinzolare e si è mangiato metà panino al formaggio insieme alla sua volontaria di riferime nto. Come è tenero, Lazzaro! Ormai  ha la sua casa e alla sua casa non vuole rinunciare. Tranquillo Lazzaro, non ti sposteremo più, anche se pensavamo fosse la scelta  migliore da fare. I veterinari ci hanno tranquillizzato sul fatto che non sono necessarie terapie bid (2 volte al giorno, mattina e sera) e quindi la tua casa al Poverello è più che sufficiente. Forza Lazzaro, forza! Hai così tanta voglia di vivere!

AGGIORNAMENTO al 21 dicembre 2011 –Da oggi Lazzaro è stato spostato nel canile comunale Muratella: il lungo orario praticato nella struttura e la presenza di veterinari e terapisti dalle 7 del mattino alle 19 di sera dal lunedì al venerdì (ed i terapisti AVCPP anche il sabato e la domenica con gli stessi orari) ci garantisce cure migliori di quante riusciamo a farne all’interno del rifugio Vitinia. Speriamo che Lazzaro possa riprendersi presto e tornare nel rifugio. Forza Lazzaro. Tu non ti arrendere. Noi non ci arrendiamo.

AGGIORNAMENTO al 19 novembre 2011 – La leishmania è una brutta malattia ma stiamo combattendo tutti e Lazzaro è in prima fila nella battaglia per la sua vita. Eccolo al momento del risveglio, bello caldo asciutto e tranquillo sulla sua trapunta, nel caldo di una stanza. Noi gli stiamo offrendo il massimo che possiamo. E siamo certi che nel suo cuore Lazzaro sa riconoscere cio’ che vive oggi da cio’ che ha vissuto fino all’11 ottobre 2011. Ma la vera differenza potete farla solo voi che leggete. Noi sappiamo che è molto difficile, ma ci proviamo sempre. Abbiamo imparato che volere è potere e poi non costa nulla sognare…

AGGIORNAMENTO al 14 novembre 2011 – Lazzaro sta molto meglio. Ha iniziato la terapia con il Glucantime, per vedere come fa la funzionalità renale. La settimana prossima è prevista una analisi di controllo. Ora ha lasciato il container nuovo con il giardino privato e vive in un giardinetto separato all’interno della degenza (purtroppo Lazzaro non va d’accordo con gli altri cani). In questo modo è più vicino agli ambulatori e sotto gli occhi di tutti gli operatori. Forza Lazzaro che ce la fai!

AGGIORNAMENTO al 22 ottobre 2011 – Dopo appena 11 giorni, Lazzaro si è già trasformato. E’ ingrassato di almeno due chili ed è attivo e molto attento. Sono lontani i giorni in cui, magrissimo, restava ore ed ore chiuso dentro il suo fagiolone, spento ed inerte (la prima foto, scattata appena arrivato nel Rifugio Vitinia ex Poverello…). La terapia soft sta facendo il suo effetto, abbiamo raccolto il parere anche di un terzo veterinario ed ora, ad inizio settimana, si deciderà se passare ad una terapia contro la leishmania più hard (Glucantime) o rimanere con la terapia di mantenimento più leggera.

Intanto ecco le sue nuove foto, che parlano da sole… grazie al Rifugio Vitinia ex Poverello, grazie alle persone AVCPP che hanno il coraggio di gestire cani malati terminali, cani molto molto anziani, cani in condizioni molto compromesse. Persone che considerano questi cani come  il loro cane di famiglia, provando tutto e tentando di tutto per far affrontare loro una vecchiaia o una malattia terminale nel migliore dei modi, fuori dalle gabbie, liberi in canile o in grandi e comodi recinti … Persone che non hanno paura se qualcuno li condanna per ogni cane che  muore… Felici, come sono, di aver offerto giorni, settimane, mesi, anni di serenità a cani che muoiono a 16-17 anni o a cani con tumori inoperabili o malattie insuperabili …

  

AGGIORNAMENTO al 18 ottobre 2011 – Come immaginavamo, Lazzaro soffre di una bruttissima leishmania, mai curata. Ora la responsabile del canile ha già messo Lazzaro sotto terapia alternativa e ha raccolto il parere dei nostri veterinari volontari Chiara e Silvia per il prosieguo della terapia. Lazzaro verrà portato a visita anche ad un terzo veterinario per un ulteriore consulto. Le sue condizioni complessive sono molto compromesse e si teme che una terapia tradizionale (glucantime) possa essere troppo invasiva e pesante per lui.

AGGIORNAMENTO al 16 ottobre 2011 – oggi Lazzaro ha fatto la sua prima passeggiata! Le volontarie Federica e Maria Pia lo hanno portato fino al fiume e lui si è goduto l’aria fresca, il sole e ha annusato tutti i nuovi odori. Speriamo davvero che una volta che avremo impostato una terapia in base agli esiti delle analisi, Lazzaro potrà risorgere e tornare ad essere il cane che merita di essere, con tutta la sua dignità! Forza Lazzaro!

AGGIORNAMENTO al 15 ottobre 2011 – Dopo appena 3 giorni di “cura rifugio Vitinia ex Poverello”, Lazzaro già si alza e cammina! Mangia di gusto i suoi 2 pasti al giorno, adora starsene al sole nel cortile intorno alla sua casa, scodinzola, va incontro alle persone che vanno a salutarlo, si prende le sue coccole con l’aria di chi non crede a quanto gli sta finalmente capitando. Siamo felici anche se temiamo il riscontro delle analisi del sangue: pensiamo soffra di leishmania ed il problema sarà capire fino a che punto la malattia ha danneggiato i suoi organi interni. Ma ora, pensiamo solo alle cose belle e alle sue nuove foto, che mostrano già come abbia cambiato atteggiamento.

P.S., Lazzaro in queste foto non ride perchè noi non abbiamo bisogno di scattare foto mostrando ai cani biscottini saporiti. Questi trucchetti li lasciamo ai soliti noti che sponsorizzano le adozioni spacciando per cani maltrattati cani che hanno invece nei canili  del Comune di Roma, un luogo più che dignitoso dove vivere. Queste persone che racimolano adozioni su Internet “spacciando” i cani ed i gatti gestiti da AVCPP come animali abbandonati, maltrattati e ostaggi di persone che non li vogliono far adottare, dovrebbero solo vergognarsi perchè in questo modo ingannano i cittadini e tolgono adozioni ai cani che vivono veramente nei canili lager di tutta Italia.

Lazzaro, noi non abbiamo bisogno di farti sorridere mostrandoti un biscotto. Noi non ti toglieremo mai la tua dignità trattandoti come un cane da circo.

Noi sappiamo che stiamo cercando di salvarti la vita (noi, solo noi e nessun altro). E questo è più che sufficiente…

ECCO LA STORIA DI LAZZARO – Lazzaro, alzati e cammina… e’ quello che di tutto cuore ci auguriamo tutti per te.

Sei arrivato nel rifugio Vitinia ex Poverello l’11 ottobre 2011, pitbull dal mantello bianco e arancio. Le foto in basso sono le foto del tuo arrivo nel rifugio. Non riuscivi neanche a camminare.

Ti abbiamo immediatamente sottoposto ad un prelievo del sangue. Ora aspettiamo i risultati delle analisi per metterti sotto terapia.

Per il momento ti abbiamo offerto quella che è la “casa” più ambita del nostro rifugio: un grande, pulito e confortevole container tutto per te, circondato da un doppio giardino, uno pavimentato ed uno pieno di erba verde. Hai la tua cuccia, le tue coperte e immediatamente hai mostrato di gradire il cambiamento di vita.

Lazzaro, ora pensa solo a riposarti. E non preoccuparti di nulla. Ora il più è fatto….

Matr. 1576/05

Microchip 380098100758005

ASSOCIAZIONE VOLONTARI CANILE DI PORTA PORTESE

Rifugio Vitinia ex Poverello

via del Mare km 13.800, Roma

Per info, Ufficio Adozioni AVCPP 349 3686973

adozioni@iolibero.org

federicaby@libero.it

2012-02-17T21:17:38+00:00 17 febbraio 2012|27 Comments

27 Comments

  1. Maria Pia 13 ottobre 2011 at 5:33 pm - Reply

    piccolo Lazzaro, tutto acciambellato nella sua nuova e soffice cuccia e incuriosito da tutte queste novità! anche io mi auguro con tutto il cuore che presto farai avverare il desiderio che abbiamo tutti: ti alzerai, camminerai e ti godrai questa nuova vita, con l’augurio di veder realizzato un ultimo desiderio: una bella adozione! intanto stai tranquillo e prenditi tutte le coccole, attenzioni e cure che ti meriti!

  2. admin 16 ottobre 2011 at 12:23 am - Reply

    Che gioia vedere oggi Lazzaro scodinzolare alle persone, alzarsi, abbaiare ai cani che passeggiano davanti alla sua casa, affacciarsi con curiosità per vedere cosa sta succedendo intorno alla sua vita. Povero Lazzaro, che non hai avuto fino ad ora nulla…
    Simona

  3. Maria Pia 17 ottobre 2011 at 1:05 pm - Reply

    è stata una grande emozione portarlo fuori per la prima passeggiata! ha tutte le potenzialità poi per tirare fuori il suo bel caratterino!
    emozionante poi quando lo abbiamo riportato nel recinto ricevere sotto forma di lievi scodinzolate la sua gratitudine, non solo per la passeggiata! grazie Lazzaro!

  4. admin 22 ottobre 2011 at 9:42 pm - Reply

    A distanza di una settimana dall’ultima volta che lo avevo visto e’ gia’ un altro cane… L’ennesimo miracolo del Poverello… Di chi non ha paura di nulla, ne’ di combattere per difendere cio’ in cui crede ne’ della morte, che viene affrontata ogni giorno senza demoni ma con la consapevolezza di averla sconfitta sempre. Un cane anziano o malato -rifiutato dalla societa’ e per questo in un canile – ma che riceve ogni giorno una carezza e una cura e’ un cane felice, che ha avuto tutto dalla vita… Anche senza divani… Simona

  5. federica 23 ottobre 2011 at 1:58 pm - Reply

    Sono assolutamente d’accordo, il più grande gesto nei confronti di un cane, giovano o vecchio, sano o malato, socievole o pauroso è di donargli Amore. I cani sento tutto e capiscono tutto e si fanno capire benissimo, basta sapere ascolatre il loro cuore e sapere osservare i loro occhi.
    Lazzaro conitua così, il peggio è passato, e non mollare mai!

  6. Elvira 25 dicembre 2011 at 5:57 pm - Reply

    x tutti gli AMICI di Lazzaro,oggi come tutte le mattine,che mi reco in canile,il primo pensiero è x LUI,Cibo,medicine,passeggiata e poi diventa la nostra Mascotte x tutto il giorno e ci fa capire il suo affetto SCODINZOLANDO e abbaiando se deve fare i bisognini,è una forza della natura.Vai avanti cosi GRANDE CANE!!!!

  7. Alessandra 26 dicembre 2011 at 5:19 pm - Reply

    Buon Natale Lazzaro e buon ogni giorno, insieme a chi ti ama e che ti sta curando. Tieni duro, sei davvero un grande come dice Elvira. Ti voglio bene.

  8. federica 27 dicembre 2011 at 11:57 am - Reply

    Lazzaro è fortissimo e ha dimostrato di avere tanta tanta voglia di vivere questa sua seconda vita! E’ pieno di amore e di tenerezze, scodinsola a tutte le persone che si prendono cura d lui, adora fare passeggiate lungo il fiume…odori e colori che lo rapiscono ogni volta….e ha sempre un grandissimo appettito!
    Forza Lazzaro, noi siamo tutti con te e ti volgiamo un gran bene!

  9. marianna 27 dicembre 2011 at 12:53 pm - Reply

    un bacio a Lazzaro e,come sempre,un immenso ringraziamento allo staff del Poverello(Elvira su tutti)che si stà prendendo cura di lui e di tutti gli altri come se fossero i propri cani di casa.Non ci sono parole per descrivere quello che fate ogni giorno,Natale compreso!!! Grazie.

  10. Diana 27 dicembre 2011 at 8:27 pm - Reply

    Grazie di cuore a Chi di cuore ne ha tantissimo. E il caro Lazzaro non può che rinfrancarsi al rifugio Vitinia, tra bravi e volenterosi amici umani che poco hanno da dire ma tanto da fare. L’amore e la passione Vi porta avanti su tutto e tutti!

  11. admin 31 dicembre 2011 at 12:44 pm - Reply

    Foto, video e testimonianze delle decine di persone, volontari ed operatori, che dall’11 ottobre 2011 stanno lottando affinché Lazzaro possa riappropriarsi della sua esistenza, parlano chiaro. Molto piu’ di oscuri incubi infarciti di odio, solitudine e grettezza che si agitano su Internet. La forza di Lazzaro e’ nella realtà. E la realtà e’ una ed una soltanto, non mistificabile nelle finte e squallide “amicizie” , nei “mi piace” e nei “condividi” di facebook . Al rifugio VITINIA ex Poverello, dove c’e’ amore vero ed amicizie vere, condividiamo e ci piace la realtà di Lazzaro. Forza Lazzaro! Tu hai già vinto! Simona

  12. patrizia 2 gennaio 2012 at 9:48 pm - Reply

    Non conosco i fatti, quindi non entro in polemica, una cosa però voglio dirla. Trovo vergognoso leggere in siti animalisti che che un cane come Lazzaro malato di leishmania (quindi infetto) sia pericoloso per gli altri cani e PER GLI ESSERE UMANI. Questo è terrorismo.

  13. patrizia 2 gennaio 2012 at 10:03 pm - Reply

    Grazie a tutte le persone che hanno curato e seguito Lazzaro, le foto parlano, per quanto mi sia sforzata non sono riuscita a vedere un cane maltrattato, ho visto invece un cane notevolmente migliorato.
    Auguri Lazzaro!!!!!

  14. Marta 2 gennaio 2012 at 11:13 pm - Reply

    Io non so perchè voi dell’EX poverello scriviate sempre messaggi così astiosi e stizziti verso questi fantomatici nemici che su internet cercherebbero di screditarvi. Chi, come me, legge solo questo sito e non altri, non riesce a capire con chi ce l’avete e perchè. E scrivo questo senza un’ombra cattiveria, perchè sono più che convinta che facciate un lavoro ammirevole, eccezionale e che ci mettiate anima e corpo. Ma non mi piace leggere tutte queste autocelebrazioni, non mi piace veder sottolineato mille volte che le cure sono a spese dell’associazione, e non mi piacciono queste accuse contro nemici immaginari senza volto e senza nome. E’tutto estremamente fuori luogo. Ciò detto, in bocca al lupo, Lazzaro, dai che ce la fai!!! 😀

  15. admin 3 gennaio 2012 at 12:41 am - Reply

    Marta, tu non sai a cosa ci riferiamo e sono davvero contenta per te, perche’ sei fortunata a non aver letto le cose atroci che scrivono contro di noi, contro Lazzaro, contro tantissimi cani proprio dell’ex Poverello. Purtroppo siamo costretti a scrivere sul nostro sito perché i siti dove pubblicano queste assurde calunnie fanno costantemente censura e non pubblicano chi non si unisce al loro “coro”. Per il resto non e’ autocelebrazione. E’ contro-informazione, purtroppo. In questi anni oscuri e dalla memoria corta, e’ necessario ricordare ogni volta chi fa che cosa. E’ molto importante. Qui, ti assicuro, sono capaci di tutto. Anche di appropriarsi di meriti che non hanno. E quindi e’ necessario lasciar traccia, da qualche parte, della verità. Spiacenti di annoiarti, ma per noi e’ questione di giustizia. Ciao e grazie per averci scritto Simona

  16. Marta 3 gennaio 2012 at 1:21 am - Reply

    Ciao Simona, grazie per la risposta. Ci tengo a fare qualche precisazione : non è questione di “noia”, ma di confusione. Chi, come me, non è dentro queste polemiche, fa fatica a capire perchè e contro chi siate così arrabbiati. Forse dovreste fare nomi e cognomi e spiegare i fatti, così che ciascuno possa farsi la propria opinione. Io posso solo dire che sarò sempre e comunque dalla parte di voi di AVCPP, perchè ho avuto modo in diverse occasioni di conoscervi e vedere come lavorate, e sono piena di gratitudine per il vostro impegno, la vostra passione, il vostro altruismo e il vostro amore per i pelosetti. A maggior ragione, vorrei poter anch’io difendere il vostro operato da queste accuse che vi piovono addosso, ed è anche per questo che mi piacerebbe saperne di più. Perchè basterebbe un attimo a cancellare tali accuse con I FATTI. Chiunque abbia avuto a che fare con AVCPP sa bene quanto sia prezioso il vostro quotidiano impegno per i nostri amici pelosi. Quindi chiedo scusa se forse mi sono espressa male nel mio messaggio precedente, io sono dalla vostra parte su tutta la linea, semplicemente il mio era un invito alla trasparenza su queste polemiche, così che possiamo spazzarle via senza indugi! Grazie ancora di tutto quello che fate e buon lavoro.

    • admin 3 gennaio 2012 at 2:27 am - Reply

      Cara Marta, abbiamo denunciato alla Procura della Repubblica diverse volte le persone – poche ma molto aggressive su facebook e su 2 siti Internet – che da quasi 4 anni ci perseguitano. E continueremo a presentare denunce, ovviamente, fino a che giustizia sara’ fatta. Scrivere qui i loro nomi e cognomi ed i nomi dei 2 siti – all’interno dei quali ci impediscono di scrivere, ovviamente -non avrebbe senso. Se vuoi, basta fare un giro su google per trovare da sola i riferimenti. Molte delle persone che ci leggono lo hanno fatto e hanno scelto da sole da che parte stare. Per quanto riguarda noi, il nostro canale di comunicazione e’ questo sito. Non abbiamo mai censurato nessuno e anche alle critiche abbiamo sempre risposto, a testa alta. Come facciamo su facebook quando – raramente- e’ possibile visto che siamo immediatamente cancellati. grazie per la tua fiducia e per aver fatto la tua scelta. Come giustamente scrivi tu, i cittadini romani ci conoscono e si fidano di noi e del mostro lavoro. E questa e’ la soddisfazione piu’ grande. Ma rispondere – come ti spiegavo- e’ necessario. Abbiamo subito in silenzio per troppo tempo. Ora basta. Ed approfittiamo dei circa 1000 cittadini che ogni giorno leggono questo sito per raccontare la verità. Fino al giorno in cui non sara’ piu’ necessario farlo. Perche’ queste persone – poche- si saranno annientate da sole. Sono sulla buona strada…. Ciao e grazie per le tue parole Simona

  17. Diana 7 gennaio 2012 at 11:44 pm - Reply

    Vedere Lazzaro mi ha emozionato. Vedere come è accudito e seguito, .. ancora di più. devo proprio dirvelo: GRANDI! e FORZA LAZZARO!!

  18. federica 8 gennaio 2012 at 7:55 pm - Reply

    Lazzaro sta meglio già da tempo, dopo pochi giorni dal suo arrivo al poverello ha messo su peso e continua a metterlo, ed è diventato molto più attivo….sicuramente fare più passeggiate al giorno gli sta facendo molto bene. Ha sempre mangiato con grande appetito ed è sempre stato sereno. Quando sta nella stanza sdraiato sulle coperte morbide lui non si muove più di tanto, si gode il tepore e la tranquillità. Quando arriva il momento di una delle sue 4 passegiate giornaliere lui alla sola vista del guinzaglio scatta in piedi e sodinzola.Cammina con energia già da tempo e lo fa autonomamente, senza avere bisogno di essere aiutato. Certo i suoi guai li ha eccome, ma Lazzaro è un combtattente e noi tutti abbiamo tanta fiducia nella sua grandissima forza. Tutto quello che potevamo fare e che potremo fare per Lazzaro lo abbiamo fatto e lo faremo. Lazzaro è amatissimo e seguitissimo, magari questa è la medicina migliore per lui!

  19. AliceEolo 9 gennaio 2012 at 1:44 pm - Reply

    Ciao sono l’adottante di Eolo dell’ex poverello, ho chiamato l’ufficio adozioni il 5 gennaio per chiedere di adottare Lazzaro. Come da accordi ci siamo sentiti oggi per maggiori dettagli.
    Oggi c’è in valutazione un’altra adozione, nell’attesa che Lazzaro si riprenda e risponda alla terapia.Giovedì la operatrice con cui ho parlato non me ne aveva accennato.
    Sono contenta perchè da qui lo vedo meglio di come stava negli aggiornamenti precedenti!
    Forza Lazzaro riprenditi!Qui con noi c’è una casa calda e un giardino in cui potrai sgambare, in modo che se non andrai troppo d’accordo con gli altri pelosi della famiglia ci sarà spazio per tutti e ognuno con le sue esigenze!Speriamo di accoglierti al più presto, il calore di una famiglia e la continuità nelle cure, potranno fare solo bene al tuo umore e alla risposta delle tue difese immunitarie alla terapia!

  20. admin 9 gennaio 2012 at 2:59 pm - Reply

    Ciao Alice, sappiamo della tua offerta ma come ti è stato spiegato la collocazione da te proposta non è attualmente compatibile con le condizioni di Lazzaro, che – come tu stessa puoi vedere dal nostro sito – stiamo seguendo molto attentamente dal giorno del suo arrivo nel rifugio, con due iniezioni al giorno di glucantime, medicazioni quattro volte al giorno, continue analisi del sangue di monitoraggio, integratori ed alimentazione mirata. Grazie per averci contattati. Simona

  21. Alice Burato 9 gennaio 2012 at 3:30 pm - Reply

    Scusi gentile Simona, io stamattina ho parlato con Irene, che non mi ha assolutamente detto che la mia proposta non è compatibile con Lazzaro, mi ha detto che ci sentivamo in settimana per aggiornarci.La collocazione da me proposta è in casa con giardino.Comunque ora richiamo Irene. Grazie Simona.

  22. admin 9 gennaio 2012 at 4:37 pm - Reply

    Gentile signora Alice, se legge attentamente la mia risposta capirà che è assolutamente in linea con quanto a lei comunicato da Irene dell’Ufficio Adozioni. La invito a continuare a dialogare con il nostro Ufficio Adozioni. Grazie Simona

  23. Maria Pia 13 gennaio 2012 at 10:49 am - Reply

    Forza Lazzaro! sei un guerriero, dolce e determinato, supererai anche questa prova! Ti voglio bene!

  24. marianna 17 febbraio 2012 at 1:44 pm - Reply

    Un augurio grandissimo a Lazzaro,che ho imparato a conoscere attraverso i racconti e le foto dei volontari di AVCPP,e un bacio ad Eolo,il meraviglioso dobermann dell’ex Poverello che mi è rimasto nel cuore!Grazie ed ancora grazie!!!!!

  25. Maria Pia 17 febbraio 2012 at 3:21 pm - Reply

    Buona vita Lazzaro! grazie alla signora Alice che dopo Eolo ha scelto di adottare anche te! e grazie a tutte le persone che si sono prese cura di te sempre e che hanno permesso di realizzare questa bella adozione!

  26. federica 22 febbraio 2012 at 6:21 pm - Reply

    Caro Lazzaro, di strada ne hai fatta davvero tanta in questi pochi mesi…sono fiera di te e tanto tanto felice!
    Ti voglio bene.

Leave A Comment