Donazioni Tupperware e Cantina Vinicola Castello di Corbara per incrementare il “Fondo Donazioni Specifico per le Spese Sanitarie presso i canili comunali di Roma”

Home/Donazioni Tupperware e Cantina Vinicola Castello di Corbara per incrementare il “Fondo Donazioni Specifico per le Spese Sanitarie presso i canili comunali di Roma”

Alla Festa di Maggio dell’AVCPP, domenica 29 maggio 2011 a Villa Pamphili,  3 importanti donazioni consentiranno di incrementare il “Fondo Donazioni Specifico per le Spese Sanitarie presso i canili comunali di Roma” che consente all’Associazione, da novembre del 2008, di curare i cani ed i gatti dei canili comunali di Roma.  

La Tupperware, nota azienda internazionale di oggetti e contenitori in plastica, ed una Cantina Vinicola italiana, Castello di Corbara, Orvieto (TR) hanno deciso di donare oggetti, prodotti e vini. Mentre la famosa disegnatrice Silvia Ziche ha donato un disegno originale del suo personaggio Lucrezia abbracciata ad un cane e ad un gatto “trovatelli” che verrà battuto all’asta.

Per visionare tutti i prodotti Tupperware, che verranno esposti nello stand alla Festa di Maggio, oggetti che sono stati donati ad AVCPP al fine di utilizzerà il ricavato della loro distribuzione per incrementare il “Fondo Donazioni Specifico per le Spese Sanitarie presso i canili comunali di Roma” basta cliccare su:

http://www.tupperware.it

Per conoscere la Cantina Vinicola Cantine Castello di Corbara di Orvieto, che ha donato 18 bottiglie di vino rosso e 18 bottiglie di vino bianco che verranno offerte, a fronte di una donazione, al pubblico della Festa di Maggio di Villa Pamphili, ecco le informazioni:

Loc. Corbara, 7 – 05018 Orvieto (TR) – Umbria – Italy  
Uffici: Tel. +39 0763.304003 Fax +39 0763.304152
email: cantinecastellodicorbara@umbriaonline.com

Orvieto wine Castello di Corbara Umbria Italy
La storia del Castello di Corbara inizia nel lontano Medioevo, quando la Tenuta era feudo dei Conti di Montemarte. Il territorio su cui oggi si estendono le Cantine, le Case Vacanza e la vasta Azienda Agricolaoltre 1.100 ettari – è rimasto integro fino ai nostri giorni.

Posto alla confluenza dei fiumi Paglia e Tevere – dove alla fine dell’800 fu scoperto e portato alla luce il Porto Romano di Pagliano [sito archeologico visitabile] – il Castello di Corbara si trova in Umbria, a soli 15 minuti da Orvieto, nel Parco Fluviale del Tevere.

L’azienda da oltre trent’anni vanta un patrimonio viticolo di circa 140 ettari. Tra gli obiettivi principali vi è senz’altro la valorizzazione dei vitigni autoctoni presenti nella zona da oltre un secolo, così da proporre sul mercato vini riconducibili al territorio di origine.

Ogni impianto viene realizzato sotto la scrupolosa e sapiente direzione degli enologi Franco Bernabei e Marco Bernabei, dopo un’attenta valutazione microclimatica e pedologica dei diversi terreni aziendali. L’individuazione delle zone idonee ai vitigni rossi e bianchi e, nell’ambito degli stessi, ai diversi cloni, avviene tanto mediante analisi fisico – chimico – meccanica dei terreni aziendali quanto in base alla giacitura ed esposizione degli stessi appezzamenti.

Tra i vitigni rossi (l’azienda è interamente compresa nell’ambito della DOC Lago di Corbara) si è scelto di potenziare la presenza di Merlot, Cabernet Sauvignon, Cabernet Franc, Sangiovese e di Montepulciano; di quest’ultimo è stato individuato in azienda un clone storico, probabilmente risalente al 1897, che è stato riprodotto nella primavera 2003 in un corpo che presentava un idoneo microclima.

Tra i vitigni bianchi (l’azienda ricade nella più antica zona prevista dalla DOC Orvieto e può quindi pregiarsi della specifica Orvieto Classico) merita citare un interessante clone di Grechetto che è stato individuato in azienda e che mediante selezione massale sarà valorizzato opportunamente nei nuovi impianti. La vendemmia viene effettuata a mano ponendo particolare attenzione alla scelta dei grappoli migliori, con raccolta dell’uva in cassette nelle ore più fresche della giornata per evitare che abbia inizio il processo di fermentazione.

LE CANTINE: Dalla vendemmia 2002 l’azienda si è dotata di una moderna cantina progettata per una vinificazione di precisione: fino all’assemblaggio finale, i numerosi cloni dei diversi vitigni, separati per corpo di vigneto, vengono vinificati singolarmente. Nell’apposita sala d’invecchiamento il vino sosta per un tempo definito in base alle caratteristiche dello stesso, in botti, tonneaux e barriques appositamente selezionate nella tipologia di legno e di tostatura. E’ in programma il recupero delle antiche cantine di invecchiamento site nei sotterranei del Castello Medioevale, da sempre simbolo della storica azienda di Corbara.

2011-05-21T23:13:27+00:00 21 maggio 2011|0 Comments

Leave A Comment