Difendi con noi il parco canile comunale Vitinia ex Poverello, occupato da 22 giorni: AVCPP lancia la campagna “A Natale adotta un canile”

Home/Difendi con noi il parco canile comunale Vitinia ex Poverello, occupato da 22 giorni: AVCPP lancia la campagna “A Natale adotta un canile”

 DSC_1352

Dopo la salvezza dei gatti delle oasi feline di Torre Argentina e di Porta Portese, il destino del parco canile comunale Vitinia ex Poverello è ancora appeso ad un filo 

IN 22 GIORNI DI OCCUPAZIONE, 5.200 CITTADINI HANNO GIA’ FIRMATO

PER LA DIFESA DELL’UNICO PARCO CANILE DI ROMA VITINIA EX POVERELLO

ED ORA AVCPP LANCIA LA CAMPAGNA “PER NATALE, ADOTTA UN CANILE” 

Simona Novi, Presidente AVCPP: “Ringraziamo l’assessore all’ambiente Marco Visconti per la disponibilità dimostrata e la ASL RMC per la volontà di superare l’unica prescrizione ancora in piedi. Ma ora stiamo aspettando uno studio di fattibilità e così lo chiediamo direttamente ai cittadini”

ROMA, 17 dicembre 2012 – E’ appeso ad uno studio di fattibilità il destino del parco canile comunale Vitinia ex Poverello, a rischio di chiusura come annunciato dal Dipartimento Ambiente di Roma Capitale. Dopo un sopralluogo ed una riunione che hanno avuto esito positivo, avendo le istituzioni verificato che grazie all’impegno solidaristico dell’Associazione Volontari Canile di Porta Portese – l’associazione che dal 1997 gestisce tutti i canili di Roma Capitale – tutte le prescrizioni sollevate a gennaio 2012 dalla ASL RMC sono state sanate, l’ultimo aspetto da sciogliere è uno studio di fattibilità per l’implementazione di un depuratore biologico all’interno della struttura. Per questo AVCPP lancia la campagna “Per Natale, Adotta un canile”.

DSC_1354

“L’attuale sistema fognario privato è a norma, con i suoi serbatoi in politilene che raccolgono i reflui liquidi, regolarmente smaltiti in discariche autorizzate. Ma venne implementato in una logica di “transitorietà” quando il canile comunale, costruito nel 1999 e sequestrato nel 20003, venne riaperto il 1 giugno 2007 dopo importanti opere di ristrutturazione. Non potendo collegare i due wc umani ad una rete fognaria pubblica che in quella zona di Acilia manca completamente, l’unica soluzione è trovare una alternativa tecnologica. E tra fosse imhoff (già presenti in altri parchi canili italiani) e depuratori biologici privati le alternative non mancano: basta trovarle”, racconta Simona Novi, presidente AVCPP.

DSC_1396

Per questo, mentre l’occupazione dei volontari AVCPP è arrivata al ventiduesimo giorno e la petizione su www.firmiamo.it “Difendi con noi il parco canile Vitinia ex Poverello di Roma”  http://firmiamo.it/difendi-con-noi-il-parco-canile-vitinia-ex-poverello-di-roma#petition ha raggiunto le 5.200 firme, l’Associazione lancia la campagna natalizia “Adotta un canile”.

poverello 012

“Chiediamo a cittadini esperti di contattarci per la realizzazione dello studio di fattibilità richiesto dall’assessore Visconti. E chiediamo a ditte specializzate di presentarci un loro preventivo. Solo così possiamo difendere davvero l’unico parco canile di Roma”.

poverello 005

 Chi volesse contattare i volontari per sapere come salvare il parco canile Vitinia ex Poverello ed i cani – presenti e futuri – che solo al Poverello possono vivere, sempre aspettando una felice adozione, in comodi recinti di 30mq  nel verde della Riserva Naturale del Litorale Romano, può scrivere una mail a info@iolibero.org, scrivere sul sito www.iolibero.org oppure diventare amico del profilo Io Libero AVCPP e partecipare al Live Facebook in onda dal 26 novembre u.s.

 Per info, Ufficio Stampa AVCPP 331 6005643- 333 2065453  

DSC_1357

COMUNICATO STAMPA AVCPP

I volontari AVCPP oggi giunti al diciassettesimo giorno di occupazione, notte e giorno 

ANIMALI A ROMA: RISOLTI I PROBLEMI DI

TORRE ARGENTINA E DI PORTA PORTESE

SOLO IL PARCO CANILE VITINIA EX POVERELLO

E’ ANCORA A RISCHIO CHIUSURA

 Ancora 133 i cani residenti nel parco canile a rischio deportazione in strutture private convenzionate: ”Siamo felicissimi per gli amici gatti delle due oasi feline salvati dalla Giunta Alemanno. Ma noi? Il parco canile va difeso perché è l’unico posto a Roma dove è per noi possibile sperare in una bella adozione vivendo in armonia con la nostra natura”

Roma, 12 dicembre 2012 – “Mercoledì 19 dicembre p.v. inizieranno i lavori di ristrutturazione dell’oasi felina comunale di Porta Portese. La data è stata annunciata oggi nel corso di un sopralluogo tecnico all’interno della struttura gestita dall’associazione ARCA. Per la colonia di Torre Argentina è stata invece annunciata la scorsa settimana dal sindaco Alemanno la soluzione di tutti i problemi. Siamo felicissimi per gli amici gatti ma i nostri cani dell’unico parco canile comunale di Roma sono ancora a rischio deportazione e solo l’occupazione dei volontari AVCPP sta evitando la chiusura della struttura”.Così Simona Novi, Presidente AVCPP, alla notizia del sopralluogo tecnico effettuato oggi all’interno dell’oasi felina comunale di Porta Portese che ha sancito l’avvio dei lavori di ristrutturazione per il prossimo  mercoledì 19 dicembre.

“Nei giorni scorsi – continua Simona Novi – abbiamo ricevuto visite importanti: non solo di LAV, Legambiente e ENPA che hanno testimoniato l’assoluta salubrità della struttura, ma anche di soggetti istituzionali che hanno verificato come i lavori di ristrutturazione effettuati a spese dell’Associazione Volontari Canile di Porta Portese abbiano sanato molte delle prescrizioni sollevate a gennaio del 2012 dalla ASLRMC, competente per territorio. Ora è rimasto un solo problema squisitamente tecnico su come superare l’attuale sistema di conferimento dei reflui liquidi (un sistema assolutamente a norma ma giudicato dalla ASL “transitorio”) con un nuovo sistema permanente. Tavoli tecnici hanno indicato la strada da seguire ma al momento non ci sono notizie ufficiali ed i volontari AVCPP, madri di famiglia, giovani mogli, dirigenti d’azienda, studenti, lavoratori, precari, e cittadini,  sono 17 giorni che stanno presidiando la struttura, notte e giorno, dormendo con i loro sacchi a pelo pur di impedire la deportazione dei 133 cani ivi residenti in strutture private convenzionate e la chiusura della struttura.”

“Difendiamo l’unico parco canile di Roma perché è una esperienza meravigliosa che dà lustro e vanto alla nostra città: con tutti gli sforzi fatti, sia per quanto riguarda la manutenzione ordinaria e straordinaria che per la gestione della parte sanitaria interamente a cura dell’AVCPP, stiamo parlando di un bene comune che tanti cittadini vogliono difendere. Il Live Facebook sul nostro profilo Io Libero AVCPP, con il racconto minuto per minuto della nostra occupazione, è seguitissimo. L’Assessore Visconti ed il Sindaco Alemanno in queste ultime due settimane hanno fatto e stanno facendo moltissimo per salvare i gatti randagi della capitale. Ora mancano questi cani: siamo certi che il regalo di Natale arriverà anche per loro”.

 Per info, Associazione Volontari Canile di Porta Portese 333 2065453 – 331 6005643

poverello 011

2012-12-17T11:05:47+00:00 17 dicembre 2012|3 Comments

3 Comments

  1. Roberto 17 dicembre 2012 at 12:59 pm - Reply

    Ciao, sto seguendo la vicenda e dato che dite di scrivere “per sapere come salvare il parco canile Vitinia ex Poverello” (cito testualmente), eccomi qua, ditemi tutto.

    • IoLibero 17 dicembre 2012 at 3:12 pm - Reply

      Ciao Roberto, per la precisione abbiamo bisogno di una ditta specializzata che con i suoi tecnici possano venire in canile a fare un sopralluogo per valutare quale puo’ essere il miglior sistema di depurazione delle acque scure attualmente prodotte dai nostri 2 bagni, in alternativa agli attuali serbatoi installati. e poi, ovviamente, di un preventivo. Se hai contatti, eccoci qui! a presto simona

  2. Francesca 17 dicembre 2012 at 6:32 pm - Reply

    Chiunque possa aiutarci si faccia avanti! Grazie sin d’ora con
    tutto il cuore!!!

Leave A Comment Annulla risposta