Deportati senza nessun rispetto per le loro vite…20 anime innocenti dal Canile ex Poverello a Villa Andreina!!! Ma noi non ci fermiamo!

Home/Deportati senza nessun rispetto per le loro vite…20 anime innocenti dal Canile ex Poverello a Villa Andreina!!! Ma noi non ci fermiamo!

poverello

COMUNICATO STAMPA AVCPP

24 Febbraio 2016. Chiuso il parco canile di Vitinia ex Poverello, via del Mare km 13.800. Deportati “con la forza, in modo cruento e senza alcun rispetto per le loro vite” in una struttura privata gli ultimi 20 cani presenti all’interno. Oggi non è stato chiuso solo l’unico parco canile di Roma ma un servizio pubblico per l’intera città di Roma, un modello che proprio il Comune aveva preso in mano 13 anni fà. Oggi il Comune di Roma ne ha decretato la chiusura senza neanche informare l’attuale gestore di quello che stava accingendosi a compiere, veramente un atto senza precedenti. Per portare a termine questo piano si è avvalso di un cospicuo numero di forze dell’ordine (Carabinieri, Polizia di stato, Digos e Vigili Urbani) mettendo di fatto fine a un percorso di tutela del benessere animale, che risale a 13 anni fà. Era il dicembre del 2003 quando la Magistratura sequestrava la struttura del Poverello a dei privati per maltrattamenti animali, subito dopo viene affidato alla Associazione Volontari del Canile di Porta Portese di comune  accordo con il comune di Roma. Lo stesso comune che subito dopo lo riempie con 250 cani, dove  possono passeggiare e vivere in un habitat naturale e di tutto rispetto. I cani vengono stabilizzati e curati per poi essere affidati alle famiglie che ne fanno richieste. Oggi con un solo colpo il comune ha riportato indietro di 13 anni la tutela e il benessere degli animali. Noi non ci stiamo e difenderemo il modello di tutela degli animali che appartiene alla nostra nostra storia e a quella di Roma, il cui simbolo è appunto un cane!
Per info 3496443335 
2016-02-25T15:06:05+00:00 25 febbraio 2016|3 Comments

3 Comments

  1. Esther Blesa 26 febbraio 2016 at 1:46 am - Reply

    Quiero justicia y respeto para los sin voz

  2. caterina 4 marzo 2016 at 3:44 pm - Reply

    Sono molto addolorata per quanto è accaduto, ma dal verbale pubblicato dalla Earth sono emerse situazioni agghiaccianti! si è parlato di carcasse di cani nei frigoriferi. Sarebbe opportuno che qualcuno spiegasse come stanno le cose.
    Grazie

  3. alessandra 6 marzo 2016 at 4:09 pm - Reply

    …appunto informati e poi dici!..la cosa più squallida è che pseudo assciazioni ambientaliste/animaliste che dovrebbero essere dalla parte di chi ha sempre difeso il benessere degli animali facciano la guerra con le calunnie!…troverai tutte le risposte se cerchi!…i canili municipali di Roma, tra cui anche ormai il “fu Poverello”sono stati e sono aperti al pubblico, tutti i giorni (non il sabato pomeriggio e la domenica, ma non per nostro volere) e vorrei che a questo punto parlassero i tanti cittadini che in queste strutture hanno potuto trovare i giusti supporti ed il compagno a quattro zampe della loro vita!
    …aperti tutti i giorni, con lavoratori e volontari disposti a farvi conoscere il canile…anche per una semplice visita….
    …perchè non provi ad andare anche a Villa Andreina dove invece i cani del Poverello sono stati trasferiti, per vedere se fanno altrettanto?
    Il Comune ha preferito “elargire”cospicue somme ad un canile privato convenzionato piuttosto che tenere in vita una struttura con “soli”venti cani anziani in attesa di trovare una famiglia fregandosene altamente del loro benessere, dei lavoratori che con passione ci si sono dedicati per tutto questo tempo, ed anche dei contribuenti chiudendo un servizio pubblico al cittadino….Tutto ormai va verso la.privatizzazione…è questa la Roma che vogliamo? a me fa schifo!

Leave A Comment