Cani e gatti che amano Pompei (loro si…) e il nostro patrimonio culturale: un libro da donare a Natale, per divertirsi e riflettere un po’…

Home/Cani e gatti che amano Pompei (loro si…) e il nostro patrimonio culturale: un libro da donare a Natale, per divertirsi e riflettere un po’…

Girare per il Foro Romano in compagnia di cani e gatti. Lavorare a Pompei e avere come caro amico un cane randagio diventato “cane libero accudito”. Aprire un cantiere archeologico, soffrire nella ricerca dei reperti più preziosi e farsi guidare da un cane che ha scoperto lui quello che gli archeologi stavano cercando da mesi.

Un libro che è un bellissimo regalo di Natale e che ci permetterà di conoscere il cane Ian che accompagna archeologo e operai nei cantieri di scavo, il gatto Teo della Libreria Archeologica, il cane scavatore Bart, il coniglio Biru, i gatti Tiberio e Augusto del Museo Archeologico di Lavinium, il cane Nero che cerca il fresco tuffandosi in una cisterna romana, la micia Cleo dall’isola di Vivara…

Venticinque brevi racconti che raccolgono idee, ricordi, aneddoti, scritti da persone che hanno in comune l’archeologia (come curriculum di studi, interessi o professione) e che condividono l’amore per gli animali.

Gli utili dalle vendite di questo libro saranno destinati da autori ed editore a strutture che accolgono animali abbandonati o in difficoltà.

Pet Archaeologists

Teo e i suoi amici. Storie di archeologi e altri animali

Edizioni Espera srl, Roma 2010, pp. 225, euro 15,00

Formato 12,5 x 20, brossura, foto a colori

ordini: espera.libri@gmail.com

tel. O6-70451648

2010-11-15T18:30:06+00:00 15 novembre 2010|0 Comments

Leave A Comment