ADOTTATO! Yucatan, 11 anni di canile. Ma portato dappertutto, anche al mare!

Home/ADOTTATO! Yucatan, 11 anni di canile. Ma portato dappertutto, anche al mare!

 

AGGIORNAMENTO al 7 luglio 2012 – Adottato! Grazie e buona vita piccolino…

AGGIORNAMENTO al 15 febbraio 2012 -Nonostante i tanti anni passati in canile, Yucatan dimostra ogni giorno di essere un arzillo vecchietto. Come in questa foto dove controlla con lo sguardo tutti i movimenti all’esterno del suo recinto, facendosi beffa delle temperature rigide raggiunte in queste settimane di febbraio, temperature contro le quali lui e tutti gli altri cani sono stati protetti dal sapiente lavoro degli operatori Avcpp che hanno montato pannellature ad hoc e resitenti teli in plastica per isolare al meglio l’interno dei recinti! Cos’aspettate quindi: Yucatan ne ha viste e passate tante ora è il momento di coronare il suo e il nostro sogno: una bella adozione!

Ecco la sua storia: Yucatan, 11 anni di canile.  Una vita in gabbia.

E’stato catturato cucciolo insieme ai suoi 3 fratellini e alla sua mamma e portato il 3 settembre del 2000 nel canile privato convenzionato dove i volontari dell’Associazione lo hanno trovato nel gennaio del 2002, quando entrarono a seguito del sequestro della struttura.

Erano quattro fratellini maschi, tutti neri. E la loro mamma.

Per quale motivo Yucatan avrebbe dovuto fidarsi dell’essere umano, lui che non aveva avuto nulla dalla vita se non una cattura ed una gabbia?
Ma i volontari si sono messi subito all’opera.

La mamma e due fratellini furono adottati quasi subito. Yucatan ed il fratellino Bruno (entrambi ancora ospiti del rifugio Vitinia ex Poverello) purtroppo non sono stati scelti da nessuno e sono ancora in attesa di una adozione.

Dal 2002 ad oggi è stata una bella sfida con Yucatan e con Bruno. Sono stati davvero due “ossi duri”. Ma poi, giorno dopo giorno, hanno cominciato entrambi a fidarsi di Rosaria, da sempre la sua volontaria di riferimento. E di queste persone che entravano nelle loro gabbie tutti i giorni e delicatamente davano loro da mangiare in una ciotola (una ciotola, che conquista!), cibo di qualità e non pane raffermo con un’ombra di cibo umido in scatola. Queste persone che pulivano le loro ciotole per l’acqua e  cambiavano l’acqua da bere tutti i giorni. Queste persone che entravano nelle gabbie per pulirle con il rastrello senza bagnarli e gettare loro l’acqua addosso. Queste persone che li curavano, insieme ai veterinari. E cercavano di convincerli ad uscire da quella gabbia per andare in passeggiata, alla scoperta del mondo.

Sfida vinta anche con Yucatan: eccolo qui, ormai adulto, undici anni di canile. A Yucatan si è dedicata in particolar modo Francesca, una operatrice AVCPP. Che l’ha voluto portare veramente ovunque, anche al mare. Ed ora eccolo qui, a Villa Pamphili, mentre sfila nella manifestazione “A quattro zampe in allegria 2011” e in passeggiata, lungo la bella strada del canile che corre lungo il fiume Tevere.

Yucatan  aspetta. Voi che aspettate?

Associazione Volontari Canile di Porta Portese
http://www.iolibero.org/

CANILE COMUNALE VITINIA EX POVERELLO
Via del Mare km 13.800
Apertura al pubbico, dal lunedì al sabato dalle ore 10 alle ore 14.

Per info Adozioni:
Ufficio Adozioni 349 3686973 oppure adozioni@iolibero.org
cellulare sempre acceso 333 2065453
cinziacarello@yahoo.it

Le informazioni su indole e comportamento dei cani e gatti  presenti nelle schede e/o nei commenti dell’appello sono soltanto indicative ed hanno il solo scopo di corredare la storia e le fotografie con dettagli aggiuntivi. Le informazioni dettagliate su indole, comportamento e salute degli animali nonchè la necessaria consulenza per un corretto inserimento dell’animale prescelto nel nuovo contesto verranno fornite dal personale AVCPP competente al momento della adozione.

2012-07-07T21:13:43+00:00 7 luglio 2012|2 Comments

2 Comments

  1. Maria Pia 14 giugno 2011 at 6:26 pm - Reply

    Yucatan è un cane meraviglioso! pacato, mai invadente ma comunque affettuoso! ha uno sguardo attento e sempre sorridente, nonostante gli anni di reclusione, e questo anche grazie all’impegno di operatori e volontari avcpp!

  2. Maria Pia 8 luglio 2012 at 3:44 pm - Reply

    Be happy Yucatan!

Leave A Comment